L’Indipendenza dei magistrati è la chiave d’ingresso in Europa

La Cooperazione Italiana negli ultimi anni ha investito risorse ed energie nel settore della Rule of Law. Lo ha fatto perché fermamente convinta che la legalità e la qualità del servizio giudiziario offerto ai cittadini siano un elemento trainante nello sviluppo della democrazia e del buon governo in Albania.
La recente convenzione siglata con il Consiglio Superiore della Magistratura ha dato, a tale impegno dell’AICS, nuova enfasi e spessore ponendo l’Italia in primo piano grazie alle proprie eccellenze di settore.
Come ha ricordato oggi l’Ambasciatore d’Italia Fabrizio Bucci nel corso del convegno, organizzato con il Ministero della Giustizia albanese, sul Rafforzamento della professionalità ed indipendenza del sistema giudiziario: “l’Italia è al fianco dell’Albania nel  supporto alla riforma costituzionale del sistema giudiziario, voluta fortemente dal Governo albanese nel cammino d’integrazione europeo. Lo è stata in passato e continuerà ad esserlo in futuro”.
L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo dal 2019 finanzia un progetto a supporto della Scuola di Magistratura albanese. L’iniziativa, eseguita dal Consiglio Superiore della Magistratura, contribuisce alla formazione della nuova generazione di magistrati e procuratori albanesi, fornendo gli strumenti per affrontare questa fase di transizione fondamentale per il Paese. Si tratta di una sfida professionale complessa, che si accompagna al vetting dei giudici che ha lasciato scoperte, in talune componenti della magistratura, punte del 40/50 per cento delle posizioni.
L’Italia crede che sia una sfida vincente. Una nuova Albania europea potrà nascere presto, anche, e forse soprattutto, grazie alla riforma costituzionale e alla buona funzionalità del sistema giudiziario.
More from Salvatore Ficara

Sette Risposte per la Bosnia

Intervista con Danilo Bilotta, esperto giuridico della Protezione Civile italiana, consulente UNDP...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *