Promozione del Turismo Sostenibile in Albania

La valorizzazione e la tutela delle Aree Protette dell’Albania attraverso il turismo sostenibile è uno degli obiettivi del progetto ACAP, nonché un imperativo morale per la cooperazione italiana. La difesa dell’ambiente e delle bellezze naturali di questo Paese necessita anche di grande attenzione da parte di chi lo visita e di chi offre i servizi turistici.

 

Per questa ragione, venerdì 22 ottobre Celim ha avuto il piacere di prendere parte a un evento organizzato da Albanian Trip, nell’ambito del progetto ACAP. Albanian Trip è un operatore turistico locale di grande esperienza, entusiasmo e creatività, con un occhio rivolto al turismo sostenibile. Albanian Trip, che vanta collaborazioni consolidate con tour operator scandinavi ed europei, lavora infatti con una clientela costituita in prevalenza da turisti in grado di apprezzare e valorizzare non solo le Aree Protette dell’Albania ma anche la proverbiale ospitalità locale e la millenaria cultura del Paese.

 

Durante l’evento, gli organizzatori si sono confrontati con i responsabili del turismo del Comune di Valona, con il personale dell’Amministrazione Regionale per le Aree Protette di Valona (AdZM Vlorë) e altri attori locali, uniti da un interesse comune nei confronti delle tematiche ambientali e determinati a sottolineare le enormi potenzialità dell’area di Valona. Durante il tavolo di lavoro svoltosi presso il Centro Informazioni Turistiche di Radhima, sono emerse diverse proposte di turismo sostenibile, accolte con piacere dalle istituzioni locali. Fra queste, è emersa la volontà di sviluppare il cosiddetto “pesca-turismo” nell’Area Marina Protetta di Karaburun-Sazan, coinvolgendo i pescatori locali nell’offerta di un turismo esperienziale legato al proprio mestiere: Albanian Trip ha inoltre fornito un supporto economico alla barca di uno dei pescatori dell’Associazione di Gestione della Pesca (OMP) di Radhime, attrezzata allo scopo. E’ stato inoltre possibile valorizzare la splendida cornice entro cui sorge Valona e in particolare il Parco Nazionale di Llogara e la penisola di Karaburun, entro cui è possibile partire per decine di sentieri naturalistici che attraversano una grande varietà di habitat naturali e scorci interessanti, tra mare e montagna. Per concludere, si è rimarcata la volontà di valorizzare la cultura eno-gastronomica albanese, promuovendo piccole realtà locali che si avvalgono dell’utilizzo di prodotti genuini e a chilometro zero, nel pieno rispetto della ricca tradizione albanese.

 

La giornata è stata anche l’occasione per visitare i famosi bunker di Llogara e apprezzare il messaggio positivo di speranza che l’artista albanese Eri Daka ha voluto dare a tutti noi con il suo contributo artistico. Quello è stato un momento particolarmente significante, perché ha permesso a tutti i presenti di rafforzare il proprio coinvolgimento emotivo con la natura e le Aree Protette e alla fine dell’evento è seguita un’attività simbolica di pulizia dei rifiuti presenti nella zona.

 

Ringraziamo di cuore gli organizzatori e tutti coloro che hanno preso parte con entusiasmo all’evento. Un ringraziamento particolare va ai rappresentanti di AdZM Vlorë e della Municipalità di Valona, che hanno ascoltato con grande interesse le proposte di Albanian Trip e preso parte attivamente al dibattito sulle azioni da intraprendere affinché il settore turistico assuma un indirizzo più sostenibile.

      

   

Written By
More from CELIM

Il Progetto ACAP: A favore delle comunità locali delle Aree Protette

Il 24 settembre, presso la sede del Consolato Generale d’Italia a  Valona,...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *