Finalmente realtà

“Grazie all’aiuto dell’AICS e dell’Italia, questo laboratorio è finalmente realtà!”. Con queste parole il Ministro della Sanità del Kosovo, Armend Zemaj, ha ringraziato ieri l’Italia per la consegna di un lotto di reagenti destinati a completare la fornitura di un laboratorio di microbiologia della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo, primo presidio pubblico di analisi microbiologica del Paese.

 

Con la seconda ondata del COVID-19 alle porte dell’Europa, la Cooperazione Italiana non si arresta, anzi moltiplica i suoi sforzi. Alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Kosovo, Nicola Orlando, del citato Ministro Zenaj e del Presidente ad interim della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo, Valbon Krasniqi, si è svolta il 5 ottobre u.s. a Pristina, la consegna di circa 60.000 € di reagenti e materiale di laboratorio che garantiranno il funzionamento e la completa operatività del laboratorio di microbiologia per i primi mesi in attesa che, la sostenibilità futura delle attività sia garantita dall’inserimento – concordato espressamente con AICS Tirana – di un apposito impegno finanziario nel bilancio della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo .

 

I lavori di realizzazione del laboratorio stesso sono stati consentiti grazie a un importante investimento che ha permesso di creare ed equipaggiare con tecnologie all’avanguardia un laboratorio che 7 giorni su 7 svolge un ruolo essenziale nelle attività di prevenzione e controllo delle infezioni all’interno della struttura ospedaliera di Pristina. L’iniziativa della Cooperazione Italiana ha ricevuto il plauso del Presidente della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo che ha affermato che “l’attrezzatura del laboratorio e i reagenti consegnati sono di altissimo livello qualitativo e consentiranno al laboratorio di rispettare gli standard internazionali senza ulteriori investimenti”.

 

L’Ambasciatore d’Italia in Kosovo, Nicola Orlando, ha ricordato infine che “con questo importante intervento l’Italia ha dotato il Kosovo di indispensabili capacità di contrasto alla resistenza antimicrobica negli ospedali. Attraverso il continuo impegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo l’Italia è da sempre a fianco del Kosovo nei suoi sforzi per rafforzare il sistema sanitario a beneficio della popolazione. Questo impegno dell’Italia è stato ancora più intenso dall’arrivo del Coronavirus in Kosovo. Sono molto orgoglioso della partnership sanitaria avviata e ora ulteriormente rafforzata con le istituzioni e il popolo kosovaro”.

Questi investimenti rientrano nell’ambito del progetto “Sostegno Al Sistema Sanitario in Kosovo”, finanziato con oltre tre milioni di euro dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

 

Written By
More from Elena Zurli

Finalmente realtà

“Grazie all’aiuto dell’AICS e dell’Italia, questo laboratorio è finalmente realtà!”. Con queste...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *