Cresce la qualità della sanità pubblica in Kosovo

Il 24 febbraio, S.E. l’Ambasciatore d’Italia a Pristina Nicola Orlando e il neoeletto Ministro della Sanità Kosovaro, Dott. Arben Vitia hanno inaugurato a Pristina il laboratorio di microbiologia della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo. L’intervento è stato possibile grazie all’iniziativa Sostegno Al Sistema Sanitario in Kosovo, finanziato con oltre tre milioni di euro dal Governo italiano.

L’Italia affianca il Ministero della Sanità Kosovaro nello sviluppo di due aree strategiche per la sanità pubblica del paese: l’offerta di migliori prestazioni pubbliche di cardiochirurgia e il contrasto alla resistenza antimicrobica. 

All’inaugurazione hanno inoltre partecipato il Direttore dell’Istituto di Salute Pubblica del Kosovo Dott. Naser Ramadani, il Direttore del Centro Clinico Universitario Dott. Basri Sejdiu, e il Dott. Ficara, in rappresentanza dell’Ufficio AICS di Tirana, oltre ad operatori e professionisti sanitari della struttura ospedaliera.

Nel suo discorso alla stampa, il Ministro Vitia ha ringraziato l’Italia e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo per il sostegno e l’amicizia dimostrati negli anni. L’importante investimento effettuato ha consentito di creare ed equipaggiare un laboratorio con tecnologie all’avanguardia. Il laboratorio avrà un ruolo essenziale nelle attività di prevenzione e controllo delle infezioni all’interno della struttura ospedaliera di Pristina.  Il Ministro ha inoltre ricordato il nostro supporto alla formazione del personale medico e all’equipaggiamento del Reparto di Cardiochirurgia della Clinica Universitaria Ospedaliera del Kosovo. Ad oggi, grazie all’assistenza tecnica fornita dall’Azienda Ospedaliero Universitaria “Meyer”, il numero di interventi realizzati dal Reparto è significativamente aumentato, affrontando con successo casi sempre più complessi.

L’Ambasciatore Orlando – confermando il sostegno italiano al Kosovo – ha ricordato come le sfide in campo sanitario non abbiano più confini. L’Italia è stata e rimarrà in prima linea nella lotta alle infezioni ospedaliere nel Paese.

Il laboratorio di microbiologia rappresenta il frutto del lungo impegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo ed è un simbolo della partnership tra Italia e Kosovo nel settore della sanità e della salute pubblica.

I prossimi passi del progetto saranno, quindi, volti a garantire la sua operatività. Proseguirà parallelamente la formazione del personale sanitario e tecnico per raggiungere il prima possibile sostenibilità ed autonomia del Reparto di Cardiochirurgia dell’Ospedale di Pristina.

 

Written By
More from Elena Zurli

Cresce la qualità della sanità pubblica in Kosovo

Il 24 febbraio, S.E. l’Ambasciatore d’Italia a Pristina Nicola Orlando e il...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *