AICS Tirana e OSC Italiane in Albania – Una storia di successo

Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo.” Henry Ford.

E’ stato importante e fruttuoso il lavoro di coordinamento svolto dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo di Tirana (AICS) con le Organizzazioni della Società Civile (OSC) italiane presenti in Albania con progetti di cooperazione per un ammontare complessivo co-finanziato di oltre 15 milioni di Euro: Cesvi, Cies, Cestas, Cospe, Engim, ACLI Ipsia, Reggio Terzo Mondo, Save The Children, Vento di Terra, Vides, Vis. Il coordinamento ha messo a sistema 11 progetti, che sono in corso in tutte le regioni del Paese. Tante eccellenze, dall’agricoltura all’educazione inclusiva, dallo sviluppo del territorio all’economia sociale, dalla formazione professionale alla tutela dei diritti umani. Insieme, per scambiare buone pratiche, competenze e lezioni apprese. E, per la prima volta in Albania, mettere risorse umane e finanziarie in un pool fund, a cui anche AICS Tirana ha partecipato, per portare avanti progetti comuni.

8 incontri comuni, un evento di sistema – Doors of  Tomorrow -, 7 dibattiti tematici nazionali, Diari primo social network del Sistema Italiano della Cooperazione allo Sviluppo, una base dati comune per scambio di documenti e informazioni utili, alcuni percorsi di eccellenza nella formazione professionale selezionati per essere diffusi in tutto il Paese, un marchio di qualità per prodotti e servizi in cantiere. Questi alcuni risultati conseguiti nel 2017.

In parallelo, AICS Tirana e le OSC italiane in Albania, hanno intrapreso due percorsi innovativi. Il primo, la verifica della situazione di partenza (baselines) dei progetti, attraverso 20 visite in loco, per assicurare coerenza in ciascun intervento, per conoscere i beneficiari e i protagonisti in ogni territorio. Il secondo, un percorso di autovalutazione, per garantire efficienza ed efficacia degli interventi, apprendimento continuo e prontezza nell’adozione di adeguate misure di mitigazione dei rischi, in un contesto, quello albanese, sempre dinamico e complesso.

Non è finita qui. Le porte del domani si aprono già nel 2018. Nuove sfide, nuove opportunità. Un piano di  lavoro congiunto sta prendendo forma. Visitateci su www.aicstirana.org per tutti gli aggiornamenti.

More from Endri Xhaferaj

A piccoli passi verso la crescita

Nessun bambino può essere messo da parte o dimenticato. Sono ancora tanti...
Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *